La nuova disciplina del lavoro pubblico e il Jobs Act

Durata del corso: 50 ore

 Coordinatore didattico: Biancamaria Raganelli – professore Associato di diritto amministrativo e diritto dell’economia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Docenti:

  • Michele Battisti, Prof. univ., esperto di economia del lavoro
  • Emanuela Fiata, Prof. a contratto, esperto di diritto sindacale
  • Maria Antonia Garzia, Magistrato sez. lavoro
  • Michael Martone, Prof. univ., esperto di diritto del lavoro e sindacale
  • Biancamaria Raganelli, univ., esperto di dir. Amministrativo e dir. dell’economia
  • Serafino Ruscica, Cons. Parlamentare, Capo Ufficio legale

 

Programma dettagliato del corso

Nell’ambito delle politiche di riforma della pubblica amministrazione, il settore del pubblico impiego è stato recentemente oggetto di un ampio processo di rinnovamento, al fine di incrementarne produttività ed efficienza sia pur in un quadro di risorse decrescenti. Negli ultimi tempi, il dibattito si è concentrato sulla legge delega n. 183/2014 (c.d. Jobs Act) e sulle questioni sollevate su diversi temi, tra i quali, gli incentivi alle imprese e i contratti a tutele crescenti; i nuovi sussidi alla disoccupazione; la riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive; il riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell’attività ispettiva; nuove regole sulla cassa integrazione, sul c.d. “demansionamento” e sui Centri per l’impiego, unificati in un’Agenzia unica per l’occupazione; la ricerca di nuovi modelli di organizzazione aziendale che favoriscano la produttività e la conciliazione dei tempi di vita e lavoro.

Il corso è articolato in 40 ore in presenza, che consentiranno di offrire alcuni fondamenti della materia e approfondimenti dei diversi temi affrontati a lezione, con la possibilità di avviare dibattiti e proseguire il “contatto” con alcuni dei docenti.

Obiettivo prioritario del corso non è solo quello di sviluppare conoscenze sui diversi argomenti trattati, ma anche quello di affinare l’utilizzo di strumenti e comportamenti professionali. A tal fine saranno assicurate attività di supporto per il tramite della piattaforma e prove pratiche mirate a verificare l’applicazione degli strumenti e dei comportamenti proposti in situazioni reali con testimonianze e trattazione di casi aziendali.

Temi o topics:

  • Il processo di convergenza degli assetti regolativi del lavoro pubblico e privato. Dalla privatizzazione del rapporto di lavoro al Jobs act. L’art. 18 della legge n. 300/70 e sua applicabilità al pubblico impiego. La giurisprudenza europea e nazionale sul confine tra lavoro pubblico e lavoro privato, lavoro dipendente e lavoro autonomo.
  • La riforma del lavoro pubblico. Il d.lgs. n. 150/2009: valutazione delle prestazioni, riconoscimento dei meriti e valorizzazione del ruolo dirigenziale. Effettività sanzionatoria e la responsabilità disciplinare dei dipendenti. Il procedimento disciplinare. Il ruolo della Commissione per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche (l. n. 190/2012) e gli organismi indipendenti di valutazione.
  • Fondamenti economici e applicazioni empiriche: mercato del lavoro in concorrenza perfetta e imperfetta. Le performances italiane alla luce della strategia occupazionale europea. Politiche attive e passive del mercato del lavoro. Sussidi vs protezione dell’ occupazione.  Flexicurity.
  • Dal paradigma della job property a quello della flexsecurity: il Jobs act e il dibattito circa l’estensione al settore pubblico. I tre pilastri della riforma: le nuove norme in tema di ammortizzatori sociali; di servizi nel mercato; di disciplina dei contratti di lavoro, in particolare del loro scioglimento.
  • Analisi dei singoli decreti attuativi: il nuovo trattamento di disoccupazione; la nuova disciplina dei licenziamenti (contratto a tutele crescenti); conciliazione dei tempi di vita e di lavoro; riordino e semplificazione contrattuale; Cassa integrazione e fondi di solidarietà; dei servizi ispettivi; Nuovi servizi per l’impiego (ANPAL); Collocamento obbligatorio, controllo a distanza, dimissioni et al.
  • Casi e giurisprudenza. Es. Il caso dei contratti a termine nel pubblico impiego: la disciplina dei precari nella scuola. La tutela nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Cenni sulla c.d. class action
  • Gli effetti del Jobs act sul mercato del lavoro. Profili di comparazione internazionale. Prove pratiche mirate a verificare l’applicazione degli strumenti e dei comportamenti proposti in situazioni reali con testimonianze e trattazione di casi aziendali.